Forlì Football Club

Benuzzi: "Sudore, sangue e lacrime"

20 Febbraio 2018

Vigilia di Forlì-Sasso Marconi e conferenza stampa di Mister Eugenio Benuzzi. Ecco le sue principali dichiarazioni:

 

Galeotti ha ricominciato con il gruppo da poco ma domani non sarà a disposizione. Abbiamo ancora fuori Rrapaj e anche Cavallari che è squalificato per le cinque ammonizioni.”

 

Un passo indietro relativo alla gara di Fiorenzuola: “credo che sia stata una partita dove le due squadre si sono affrontate a viso aperto. Non siamo stati bravi a capitalizzare le occasioni create, soprattutto in un ottimo primo tempo. Accettiamo il risultato del campo, come sempre, sia nel bene che nel male. La cosa più confortante è che la squadra abbia dato una grande risposta dopo la batosta contro la Pianese.

 

Questo è un gruppo che merita la massima stima da parte di tutti” continua Mister Benuzzi “un motivo per essere tristi sarebbe vedere lo spogliatoio vuoto a 30 minuti dall’inizio dell’allenamento e 30 minuti finita la seduta. Invece, io arrivo sempre qui un’ora prima dell’inizio e i ragazzi sono già tutti al campo. Stessa cosa a fine giornata, quando me ne vado, la squadra è ancora qui. Un gruppo clamorosamente dedito al lavoro, che ha grande stima del proprio compagno, con i giovani che stanno crescendo in maniera esponenziale grazie al contributo della vecchia guardia. Mi piacerebbe che tutti apprezzassero il lavoro di questi ragazzi”.

 

Argomento Sasso Marconi: “è una squadra che si è rinforzata nel mercato di Dicembre, anche grazie all’arrivo di Fabio Dall’Ara. Nel girone di ritorno hanno perso solo a Rimini, senza i quattro giocatori migliori, e nessun’altra sconfitta. Hanno battuto il Fiorenzuola e pareggiato contro una Correggese in grande forma. Sarà una partita tosta contro una squadra davvero ostica. Ma noi dobbiamo dare una risposta in termini di punti e credo che ci meritiamo di tornare a vincere.

 

Chiosa sui tifosi biancorossi: “i nostri tifosi, che ci seguono anche in trasferta, meritano il nostro ringraziamento. Il tifoso che tifa la maglia credo sia quello più indicato a capire quanto sudore, sangue e lacrime mettiamo sul campo per i colori bianco e rossi” conclude Benuzzi “non è merito mio ma della chimica che ha creato Sandro Cangini con i nuovi innesti. Questo è sotto l’occhio di tutti. Come si fa a criticare un gruppo così?

©Forli FC 2019 - All right reserved - Privacy Policy - Cookie Policy - Sito realizzato da Vanguard System
magnifier
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram