fbpx

Abbiamo intervistato Mister Gianni Belli, allenatore della Juniores del Forli F.C.
La sua squadra ha disputato un ottimo campionato, classificandosi terza nella regular season e qualificandosi per i playoff di categoria.

Come è andata questa stagione?
"La stagione è andata molto bene, siamo molto soddisfatti perché abbiamo fatto il campionato juniores nazionale sott'età, la squadra è cresciuta tanto, abbiamo proposto diversi giocatori in prima squadra e quindi il lavoro è molto soddisfacente."

Come vi siete trovati con i ragazzi e cosa ne pensa, sia dal punto di vista del campo che dal punto di vista umano?
"Il mio giudizio è positivo, soprattutto dal punto di vista del campo, perché la squadra in campo non ha mai denotato poco impegno, tutti hanno messo il massimo. Anche come persone, come uomini sono cresciuti tanto, anche nell'ambito scolastico, dove la società e io pretendiamo massimo impegno."

Qual è la sua idea di gioco che cerca di trasmettere ai ragazzi?
"La mia idea di gioco principalmente in questo momento è mentalizzare i giovani perché hanno bisogno di capire cosa serve per poter fare qualcosa di importante nel calcio; sono valori semplici, che però si stanno perdendo, mentre invece secondo me sono veramente importanti nel calcio e anche soprattutto nella vita."

Qual è stata la squadra che vi ha messo più in difficoltà in questa stagione?
"Senza dubbio il Piacenza, che è la squadra che ha vinto il campionato, che ha dimostrato un organico di primo ordine, infatti erano stati costruiti per fare la primavera 3 e invece ce la siamo trovata nel nostro girone, ma oltre a avere un bell’organico ha anche una struttura di gioco e un'organizzazione molto importante."


Dall'inizio dell'anno a oggi quanto è stato grande il margine di miglioramento della squadra?
"Direi che è stato un crescere quotidiano, se vogliamo fare una scala siamo partiti da 6 e siamo arrivati a 9, non dico 10 perché si può sempre migliorare. Siamo arrivati a fare i playoff un pochino stanchi, abbiamo comunque dato tutto. E’ stata una crescita costante e graduale da agosto fino ad oggi."

Si trova bene nella società, se è contento di lavorare al Forlì e come si trova nelle nostre strutture?
"Sono qui da 7 anni e devo dire che a Forlì mi trovo molto bene perché rappresentiamo una città molto importante, è una società dove si può lavorare bene per far crescere i ragazzi e dove c'è l'ambizione di voler migliorare costantemente."

Grazie al buon lavoro svolto in questa stagione, pensi ci siano dei buoni proposti per l'anno nuovo?
"Direi proprio di sì perché comunque le basi sono buone. Tutto il settore giovanile ha lavorato bene, ha fatto un bel percorso di crescita, quindi chiaramente ci sono le basi per poter continuare a crescere e ci sono tutti i presupposti per poter fare un grande lavoro anche l’anno prossimo."

C'è qualche rammarico, magari per il finale di stagione?
"Se si parla di rammarico in termini di risultati, forse le partite importanti sono state quelle dei play-off con l'Imolese e l'ultima di campionato con il Ravenna. Il rammarico è di essere arrivati un pochino stanchi e aver avuto qualche infortunio di troppo, però c'è la consapevolezza da parte mia, da parte dello staff e anche da parte dei ragazzi di aver dato tutto fino all'ultima goccia di sudore e penso che il risultato rispecchi il nostro valore."

A livello umano c'è qualcosa che hai imparato di diverso da questa stagione?
"Per un mister ogni anno c'è da imparare qualcosa perché ti devi rapportare sempre con ragazzi nuovi: passano gli anni, le generazioni cambiano e quindi bisogna aggiornarsi, bisogna capire cosa serve a questi ragazzi per mentalizzarsi e per imparare a fare sacrifici, che sono cose importanti da cui passare per poter far bene."

C’è qualche ragazzo di cui sei rimasto maggiormente stupito per la mentalità e la capacità di allenamento? Che magari era partito in un certo modo e ha finito con una mentalità e una professionalità diversa?
"Potrei fare diversi nomi, ma faccio quello di Zela perché è un profilo che ha un motore importante a livello di caratteristiche per poter fare qualcosa di importante nel calcio.
I primi mesi ci siamo scontrati in maniera importante perché lui è abbastanza “testone” e questo mi ha costretto a mandarlo in tribuna 5-6 volte: si è trovato ad un bivio, ha scommesso su di me, mi ha ascoltato, mi ha seguito e ha fatto un girone di ritorno molto importante, infatti oggi è rappresentativa e si sta togliendo le sue soddisfazioni: queste sono cose che mi rimangono dentro."

La Società è entusiasta di comunicare la nuova partnership con una azienda romagnola leader nel suo settore. Italcapannoni è nuovo Official Partner del club e si aggiunge al gruppo di sponsor biancorossi.

SIAMO LEADER IN PROGETTAZIONE, COSTRUZIONE ED INSTALLAZIONE DEI CAPANNONI INDUSTRIALI

La nostra progettazione segue scrupolosamente i valori, CALCOLI e CERTIFICATI, di SPINTA VENTO, CARICO NEVE E SISMICA, elaborati in funzione della zona di installazione. Siamo specialisti nella realizzazione di capannoni mobili e tunnel retrattili, capannoni industriali e sportivi, coperture e tettoie, porte rapide e portoni industriali, rifacimento tetti.

Le parole di Alan Circassia di Italcapannoni: “Ringrazio il presidente Gianfranco Cappelli per accoglierci fra gli sponsor di una società storica come il Forli F.C, radicata sul territorio, è per una società giovane come la nostra motivo di orgoglio. Condividiamo con il Forli Calcio gli stessi principi di passione e aggregazione sportiva.

Le dichiarazioni del Presidente biancorosso Gianfranco Cappelli: “Ho avuto modo di provare la professionalità di Italcapannoni e ne sono rimasto entusiasta, accoglierli ora come partner del club è un orgoglio ed è simbolico di come stiamo lavorando anche al di fuori dei confini cittadini.”

Forlì, 05 febbraio 2024 - Altro weekend ricco di soddisfazioni per i giovani galletti impegnati nei campionati provinciali, regionali e nazionali delle rispettive categorie. Partiamo dalla Juniores che con il secondo 1-0 consecutive ha la meglio del Prato dopo una partita nervosa, decisa solo dal gol di Colli nel primo tempo. Tre punti che permettono ai ragazzi di Gianni Belli di proseguire la lotta con il Piacenza in testa alla classifica, visti i soli tre punti di ritardo.

Vincente anche l’Under 17 Elite con un rotondo 1-4 sul campo del Sant’Agostino, penultima in classifica. I ragazzi di mister Sartini, continuano così la loro corsa in testa al campionato con cinque lunghezze di vantaggio sul Piacenza.

Torna al successo anche l’Under 16 dopo un turno di riposo nel derby contro il Ravenna grazie ai gol di Biondini e Savorani. A segno anche l’Under15 che strapazza in casa il delfini Rimini per 5-1 e l’Under 14 che bagna il rientro in campionato con un netto 0-6 sul campo del Torresavio.

RISULTATI DEL NOSTRO SETTORE GIOVANILE E DELL'ACADEMY
JUNIORES NAZIONALE - 4° giornata ritorno
Forlì-Prato 1-0 (Colli)

UNDER 17 ELITE - 22° Giornata
Sant’Agostino-Forlì 1-4 (Pazzi, Biondi, Argnani, Dal Monte)

UNDER 16 - CAMPIONATO
Ravenna-Forlì 1-2 (Biondini, Savorani)

UNDER 15 - CAMPIONATO
Forlì-River Delfini 5-1 (Giardini, Aresu, Bassi, Scarpa, Conti)

UNDER 14 - Campionato
Torresavio-Forlì 0-6 (Rani, Mantini (2), Nannetti (2), Bulica)

U13
Forlì-Bakia 2-4 (0-1, 1-1, 0-0, 0-1)

U12 - Torneo della Pianta - 2° Posto finale
Semifinale: Forlì-Pianta 1-0 (Vallicelli)
Finale: Edelweiss-Forlì 3-2 (Turci, Vallicelli)U11
Forlì-Cesena 0-4 (1-2, 1-2, 1-6, 2-3)

©Forli FC 2020 - All right reserved - Privacy Policy - Cookie Policy - Sito realizzato da Axterisco The Web Company
magnifier
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram